Un buon impianto di condizionamento è la base per garantire il proprio benessere quando le temperature si alzano, ma orientarsi in questo ambito non è così semplice. Ci sono moltissime varianti e la scelta del prodotto più indicato dipende dalle nostre specifiche esigenze; ad esempio è opportuno considerare la possibilità di scegliere un condizionatore che potrà rivelarsi utile anche in inverno. Inoltre con gli incentivi previsti dalle Leggi recenti l’acquisto può rivelarsi davvero conveniente. Ecco quindi una breve guida che vi aiuterà a scegliere l’impianto di condizionamento che risponde davvero alle vostre necessità.

LE CARATTERISTICHE

I climatizzatori filtrano l’aria permettendone il riciclo e la purificazione, trattengono odori e particelle sospese, inoltre deumidificano efficacemente l’aria combattendo così l’afa. La funzione dei condizionatori, al contrario, si limita al raffreddamento dell’aria (quindi non gestisce il ricambio né deumidifica l’ambiente). Per scegliere l’impianto di condizionamento bisogna in primo luogo valutare le caratteristiche della propria abitazione e riflettere sui nostri obiettivi in termini di risparmio energetico. Ecco alcune domande chiave:

– Solo aria fredda o anche aria calda?
La seconda opzione ha più senso in luoghi dove l’inverno è mite e basta un apporto minimo di aria calda per rendere l’abitazione confortevole. Le pompe di calore rappresentano però una soluzione conveniente anche per chi intende utilizzare tale strumento a supporto di un impianto di riscaldamento classico.

– Quali ambienti conviene climatizzare?
Una buona progettazione risulta fondamentale per scegliere bene. Considerare le stanze dove passate più tempo o se ad esempio considerate necessario raffreddare la zona notte.

– E’ presente un controsoffitto?
In presenza di un controsoffitto (o quantomeno dello spazio per crearne uno) il modello di condizionatore più efficace potrebbe risultare quello canalizzato. Il grande vantaggio è poter ridurre il numero di split e posizionare getti di aria fredda/calda nei punti più strategici. Soffitti in muratura, con travi a vista o semplicemente soffitti troppo bassi, rendono spesso difficoltosa se non impossibile l’installazione di condizionatori canalizzati.

– Quale sistema di condizionamento dell’aria è presente attualmente?
Dato che sono previsti incentivi non solo per chi ristruttura ma anche per chi adotta solo ed esclusivamente le pompe di calore, risulta opportuno valutare quale modello si integra meglio con ciò che abbiamo già in casa. Il condizionatore infatti non va semplicemente aggiunto, ma integrato con l’attuale sistema di riscaldamento…

– Qual’è il contesto abitativo?
Se avete bisogno di un’unità esterna considerate che il regolamento condominiale impone di considerare eventuali proteste da parte degli altri inquilini. Se ci sono vincoli paesaggistici, come in molti centri storici italiani, potrebbero sorgere problemi. Risulta quindi indispensabile per chiarire ogni dubbio il parere di un installatore che opera a livello locale.

KIT HISENSE

Le dimensioni compatte dell’unità interna ed esterna facilitano l’installazione, per maggiori dettagli consultate le specifiche tecniche.

Monosplit 9000btu (TE25YD01) 325,00 € anziché 875,00 €
Monosplit 12000btu (TE35YD01 ) 350,00 € anziché 976,00 €

VORTICE serie VORT-ICE I 9

L’innovativa funzione “Feel” determina il funzionamento automatico dell’apparecchio nelle modalità più adatta al raggiungimento delle condizioni ambientali ideali, con temperature comprese tra +43°C (modalità raffrescamento) e -7°C (modalità riscaldamento), a fronte di bassi consumi energetici. Inoltre con la funzione “Super” è possibile raggiungere la temperatura ambiente impostata dall’utente nel più breve tempo.

9000btu (VORT-ICE-I-9) 680 € anziché 1.333,46 €

BONUS RISTRUTTURAZIONI 2018

Chi acquista un condizionatore a pompa di calore può beneficiare di diverse agevolazioni, tra loro alternative: le detrazioni fiscali del 50% per le ristrutturazioni edilizie; il bonus mobili, che consiste ugualmente in una detrazione del 50%; le detrazioni del 75% per gli interventi di efficienza energetica, note anche come “ecobonus 2018”.

A queste si aggiungono altri vantaggi, come l’applicazione dell’aliquota Iva agevolata per i beni significativi.

Le detrazioni fiscali, già attive dallo scorso anno, sono state prorogate fino al 31 dicembre 2018. Leggi qui la guida completa.

Non sei sicuro di fare la scelta giusta? Consulta la nostra curata sezione FAQ. Ti ricordiamo inoltre che puoi contattare il nostro servizio clienti per eventuali necessità, sia prima che dopo l’acquisto.